• 1 persona su 1 lo consiglia
  • posizione
  • interesse
  • svago
  • convenienza
  • sicurezza
1 Opinioni per Casa natale di Piero della Francesca - Sansepolcro
Ordina per
  • vesponethebest
    Sito di grande interesse
    opinione inserita da vesponethebest il 05/10/2018
    La casa natale di Piero della Francesca si trova in via Aggiunti a Sansepolcro ed è direttamente collegata al museo omonimo. Quel giorno, con il mio amico, abbiamo deciso di visitarla, anche perché con il Valtiberina Pass potevamo entrarci a prezzo scontato. E' dunque il luogo dove è nato questo celebre pittore, vissuto nel XV secolo. Piero della Francesca poi ha operato in diversi luoghi della Toscana, quindi non soltanto a Sansepolcro, ma anche nella non troppo lontana Arezzo, nel borgo di Monterchi, sito sempre nella Valtiberina ed inoltre nella città di Firenze, nel cui museo degli Uffizi sono esposte alcune sue opere. Questo sito venne restaurato dalla Soprintendenza di Arezzo ed è tuttora proprietà dello Stato. Al suo interno vi è anche la sede della Fondazione Culturale dedicato proprio a questo pittore. Lo stile architettonico è fedele a quello utilizzato dallo stesso pittore, che molto probabilmente contribuì a rendere l'edificio unico nel suo genere. La facciata infatti è provvista sia di un portale che di architravi e finestre. Le sale interne di questa casa invece sono caratterizzate da pietre scolpite e soffitti di legno, il tutto in ambienti abbastanza spaziosi da poter contenere diversi visitatori. Le stanze poi sono abbastanza illuminate, a parte quelle con luci soffuse in quanto devono consentire di vedere i filmati audio e video senza altre interferenze. All'interno della casa, abbiamo potuto contare sul supporto di diversi strumenti multimediali che spiegano nel modo più dettagliato possibile tutta la vita di Piero della Francesca e relative opere. Il tutto è visibile al piano terra di questa casa e detti strumenti multimediali ci hanno consentito di avere un'introduzione dettagliata su ciò che saremmo effettivamente andati a visitare. Al primo piano abbiamo inoltre trovato una sala multifunzionale, anch'essa dotata di appositi strumenti multimediali e audiovisivi dove poter consultare le opere di questo grande artista in alta definizione. Un modo dunque particolare per visitare questa casa che è uno dei siti più interessanti di tutta Sansepolcro. Nel 1975 lo Stato acquisì questo sito con la Fondazione Culturale di Piero della Francesca e ci fu successivamente un restauro da parte della Soprintendenza di Arezzo per permettere in seguito l'accesso a tutti i visitatori a questo importante sito. Sicuramente, il progetto di questa casa è il risultato di un qualcosa di veramente ambizioso e all'origine molto più complesso. Sorge sempre il dubbio che la casa di Piero della Francesca non abbia mai avuto una vera e propria conclusione per quanto riguarda il progetto di quest'ultima, anche se c'è da dire che tutto quello che abbiamo visitato ci ha consentito di conoscere molti aspetti della vita di questo artista. In questo sito ci hanno accolto molto bene, spiegandoci che il Valtiberina Passi ci consentiva di entrare ad ingresso scontato. Vale dunque la pena recarsi a Sansepolcro e soffermarsi con attenzione sulle vicende di Piero della Francesca. La visita della casa natale si accosta molto bene al museo dedicato a lui, dove si possono meglio ripercorrere tutte le tappe della sua vita artistica. L'interesse dunque è molto alto ed anche la posizione della casa natale rispetto ai vari siti del centro di Sansepolcro è a dir poco strategica, a poca distanza tra l'altro dal ristorante dove siamo andati quel giorno a pranzo. Il giudizio per me è eccellente ed è un posto che vi consiglio vivamente di visitare, perché è pur sempre un pezzo di storia del nostro paese.
    da visitare
    no