• 1 persona su 1 lo consiglia
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • divertimento
  • spessore
  • per tutti
  • per bambini
1 Opinioni per Festa del Cinema di Roma 2020
Ordina per
Visualizza opinioni
  • sheffield18
    Una Festa del cinema, nonostante tutto. Foto allegate
    opinione inserita da sheffield18 il 18/10/2020
    In questi giorni, precisamente dal 15 al 25 Ottobre 2020 si tiene la quindicesima Festa del Cinema di Roma, nata nel lontano 2009 per fare concorrenza alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, cui comunque, pur essendosi ben affermata, rimane nettamente inferiore sotto l'aspetto della fama e della notorietà. La Festa che in origine si chiamava Festival Internazionale di Roma, si tiene ogni anno in autunno presso l'Auditorium del Parco della Musica (parco firmato Renzo Piano) ed in altri luoghi della Capitale; l'organizzazione spetta alla Fondazione Cinema per Roma costituita da diversi soci quali il Comune stesso o la Regione Lazio. La Festa si muove tra sfilate sul red carpet, interviste a grandi attori o registi, retrospettive, proiezioni e presentazioni di nuovi film, convegni e dibattiti cui naturalmente può partecipare anche il pubblico, pur nelle attuali forti restrizioni per il covid. Tra di esse si ricorda che il red carpet per evitare assembramenti vari è stato messo molto distanziato dal pubblico, mentre all'Auditorium può entrare solo chi ha un biglietto di prenotazione o un invito. Quest'anno per la musica di sottofondo della mostra, dall'esterno all'interno, si è scelta quella bellissima di Ennio Morricone che darà il suo nome all'Auditorium. Il manifesto ufficiale del 2020 è in bianco e nero e rappresenta Sidney Poitier e Paul Newman dal film Paris Blues (1961) scelto per il senso di allegria che comunica, perchè il direttore artistico Antonio Monda li ritiene gli uomini più belli del mondo e perchè simboleggia unione e amicizia. Proprio per motivi covid, quest'anno è stata preparata una sala virtuale da cui si può assistere ad una parte del programma, ristretta ad un bassissimo numeri di visitatori. I due film scelti per aprire e chiudere la Festa sono: -Soul della Disney-Pixar di Pete Docter e -Cosa sarà? di Francesco Bruno. Nonostante i problemi che l'industria cinematografica sta vivendo in questo periodo covid, il cinema non è stato certo abbandonato ed ha cercato di raggiungere i propri spettatori in modi alternativi, trasmettendo i nuovi film per esempio tramite Sky o Netflix o Amazon Prime. Rimane però il fatto che molti degli ospiti di Hollywood hanno scelto di non venire direttamente, al massimo con la partecipazione a videochiamata per evidenti motivi. Alcuni attori che per ora hanno confermato la partecipazione, sono il francese Vincent Cassel e l'italiano Pietro Castellitto, mentre altri molto famosi presenti a Roma per girare dei film come Tom Cruise per Mission Impossible si sono rifiutati di partecipare. Per gli appassionati (-tissimi) del cinema alla Festa saranno presentate le anteprime di alcuni interessanti spettacoli come: -il cartoon Soul della Pixar Disney, attesissimo, che avrebbe già dovuto essere presente a Cannes, -la serie Sky Romulus, -un biopic su David Bowie, intitolato Stardust, -il teen drama Sul più bello, -Ammonite, storia di due donne sole, con Kate Winslet, -Fuori era primavera di Gabriele Salvatores, -Cosa sarà? di Francesco Bruno, -il documentario Fellinopolis in onore di Federico Fellini nel centenario della nascita, -il documentario “Mi chiamo Francesco Totti” sul grande calciatore che a causa della recentissima morte del padre non partecipa direttamente, -il documentario Un ponte per il nostro tempo di Raffaello Fusaro per la ricostruzione del ponte di Genova. Quest'anno parteciperanno le opere di 26 Paesi con ben 17 donne registe, 20 prime mondiali con un programma molto ricco e capace di accontentare tutti ii gusti. Festa consigliata, almeno seguendola su Internet.
    Segnala contenuto
    grandi film -
    nessuno