• 2 persone su 3 lo consigliano
  • 1 persona su 3 indecisa se consigliarlo o no
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
3 Opinioni per Happy feet 2
Ordina per
Visualizza opinioni
  • locusta91
    Un sequel tra alti e bassi, ma decente
    opinione inserita da locusta91 il 02/03/2020
    Curioso, ma per questo sequel ho preferito la prima parte, e ho trovato sottotono la seconda parte, proprio il contrario del primo film, seppur la fase finale si è risollevato di nuovo... Fortunatamente ci sono meno tematiche devianti ambigue riguardando il mescolare sessualità umana con quella animale, seppur continuino a rimanere in certi punti, ma per me sono meno evidenti, ho lasciato scorrere. Qualcuno accusa il duo di gamberetti krill di esser uno stereotipo di persone gay, ma non l'ho notato molto, dato che è normale la macchietta rappresentata da una coppia di amici inseparabili... Un pò brutto il duo di pinguini "padre/figli", un pò stereotipati, ma in senso negativo. Il piccolo è già vergognosamente ribelle, e il "padre" a volte succube oppure testardo nella propria mentalità... Personalmente mi ha colpito negativamente più questo dettaglio nel film, rispetto agli amici gamberi... Bella musicalmente la scena con l'arrangiamento/cover di We are the Champions in versione orchestrale/corale e rockettara. Come sequel è più ricco di canzoni e parti musicali in genere, da quel che mi è parso notare. Similmente al primo film, non so se lo consiglierei per comunque toni ambigui dove si mescola la sessualità/affettività umana con quella umana, cosa piuttosto deviante e che potrebbe confondere i propri spettatori, sopratutto i più vulnerabili, i bambini...
    La prima parte è migliore; alcuni personaggi, come il tricheco, sono ben realizzati
    Pure qui tematiche ambigue tra famiglia umana e "animale"; potrebbero confondere i piccoli spettatori
  • millifly
    Ritornano i pinguini
    opinione inserita da millifly il 26/10/2019
    Uscito nl 2011 Happy Feet 2 è come si intuisce facilmente dal numero, il sequel del fortunato Happy Feet, un lungometraggio animato che ha avuto grande successo e ha fatto sorridere molto soprattutto per aver affrontato in tempi non sospetti problemi seri legati all’ambiente e al clima quando ancora non era così mainstream come oggi. Mambo è un pinguino imperatore. Dopo aver viaggiato per il mondo, essere tornato a casa ed essersi fidanzato con la sua cotta adolescenziale ora lo ritroviamo adulto e con figlioletto al seguito, un bel passo avanti per chi voleva viaggiare e stare con gli umani o meglio con gli alieni. Il piccolo è un nuovo protagonista che per certi versi ricorda il padre, forse troppo. Ci sono i temi del primo film tanto humor e una bella colonna sonora molto commerciale condita da tanto ritmo e ballate. Io lo consiglio, forse non ha proprio il ritmo del primo film ma è comunque piacevole e godibile. Da vedere e recuperare se non lo si è già visto.
    adatto a tutti
    nessuno
  • melaniamel
    Mambo balla di nuovo.
    opinione inserita da melaniamel il 23/06/2019
    "Happy feet 2" è un film d'animazione del 2011. Seguito di "Happy feet", racconta la nuova avventura che il pinguino Mambo deve affrontare. Dopo aver finalmente conquistato il cuore della bella Gloria grazie alla sua particolare voglia irrefrenabile di ballare deve adesso affrontare il ruolo di padre. Lui e Gloria infatti sono diventati genitori di un dolce pulcino di nome Erik. Proprio come il padre da piccolo, Erik però dimostra alcune difficoltà nell'integrarsi e trovare il suo posto nella colonia di pinguini imperatore; per questo motivo lui e i suoi migliori amici decidono di spostarsi nel territorio dei pinguini Adelia. Inizia così la storia narrata in questo bel film d'animazione. Ho gradito davvero molto la visione, decisamente scorrevole e piena di momenti ricchi di humour adatto sia a grandi che piccoli. Ogni personaggio inserito ha una decisa personalità che si integra molto bene nel contesto e lo arricchisce. Personaggi vecchi e nuovi sono bilanciati in maniera ottima, i balli e le canzoni continuano ad essere presenti e a fare quasi da perno nel susseguirsi delle varie scene. Se devo trovare un difetto lo riconoscerei nella lunga durata della pellicola, fattore che a me non ha suscitato alcun disturbo, ma che non sempre si dimostra elemento vincente quando gli spettatori sono dei bambini.
    Ottimo cartone animato
    Non rilevanti