• 1 persona su 1 non lo consiglia
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
1 Opinioni per In the name of the King 2: Two Worlds
Ordina per
Visualizza opinioni
  • jimorris
    Incredibilmente Boll partorisce il secondo capitolo!
    opinione inserita da jimorris il 17/01/2021
    Dopo il flop del primo Boll si è ripromesso di non lavorare più in film con grossi budget e riesce a realizzare un sequel di "In the name of the King" che non so se abbia un budget basso, ma dalla qualità del film sembra davvero bassissimo! Appena lo abbiamo scoperto non potevamo perderci questo sequel dopo le tante risate che ci aveva regalato il primo! Non è un sequel puro perchè il protagonista è Granger, un ex-militare che insegna arti marziali ai bambini che viene catapultato nel Medioevo da una strega e accolto come una sorta di profeta. Non manca la fantasia a Boll che cambia le carte int avola imbastendo una sorta di viaggio nel tempo che cambia i parametri della prima storia e dà una base storica a questo mondo fantastico. Sono, infatti, continui i riferimenti al futuro che Grugen condivide con gli abitanti del medioevo e si fa protatore di racconti meravigliosi che... fanno addormentare i suoi commensali! Avrebbe potuto dare qualche esempio, ma non ne è capace e, come la maggior parte dei cittadini moderni, ritornando al medioevo diventa un medievale! Tuttavia mi risulta difficile apporre critiche feroci perchè l'ho guardato conscio che avrei guardato il sequel di un pessimo film che, per giunta, ha avuto un pesante ridmensionamento di budget. La cosa bella è che il cambio di registro non si vede negli effetti speciali che sono simili a quelli scadenti del primo, ma soprattutto in una recitazione visibilmente scadente da parte della maggior parte degli interpreti, quindi ciò fa presupporre che la mancanza ha portato alla recitazione non professionsiti o attori non motivati che reicitano da cane! La qualità grafica è scesa notevolmente, un pò anche quella dei costumi. I dialoghi banalotti, ma un pò meglio del primo. D'altronde non si poteva fare di peggio del primo e stavolta c'è qualche idea nel film, sebbene non sia originale e la giustificazione di un film con un budget risicato che, perlomeno, giustifica la scelta di scenografie effetti speciali e costumi scadenti!
    qualche idea in più rispetto al primo
    cast penoso, dialoghi scadenti effetti speciali scadenti