• 1 persona su 1 lo consiglia
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • disegni
  • adatto a tutti
1 Opinioni per Jullia - Le avventure di una criminologa (Sergio Bonelli Editore)
Ordina per
Visualizza opinioni
  • sheffield18
    Julia, l'Investigatrice dell'animo Foto allegate
    opinione inserita da sheffield18 il 19/07/2020
    Jullia, nome completo Julia Kendall, è una criminologa e vive in una cittadina nei dintorni di New York, ha circa trent'anni, capelli scuri e occhi grandi, una figura che ricorda Audrey Hepburn, cui il disegnatore si è ispirato. La sua auto è elegante e vecchio stile, una Morgan 4/4 , interni di pelle nera, classe 1967. Il suo in pratica è un lavoro doppio: da una parte insegna come assistente Criminologia all'Università e come tale è molto stimata, dall'altra riceve spesso incarichi direttamente dalla Procura e dalla Polizia. Julia è una criminologa innata, nel senso che le sue indagini non sono solo aiutate dalla scienza, ma anche da un intuito formidabile, da un istinto naturale, in una forte empatia che le permette di entrare nella mente dei criminali e prevederne le mosse. Sul campo ha interessi particolari, per esempio le interessa seguire (e naturalmente risolvere) casi legati alla droga, oppure ai serial killer. Il suo intento non è quello solo di assicurare i criminali alla giustizia, ma soprattutto di capire, non giustificare, comprendere i loro comportamenti. Insomma de Dylan Dog rappresenta “L'Indagatore dell'Incubo”, Julia per contraltare può essere definita “L'Indagatrice dell'Animo”. In più nelle storie di Julia compare sempre una voce narrante che è la voce stessa della protagonista che ci presenta le sue analisi e le sue riflessioni che in altro modo noi non potremmo conoscere. Il creatore di Julia è il disegnatore Giancarlo Berardi e la Casa Editrice è la stranota Sergio Bonelli. La serie nacque nel 1998 quando gli furono respinte proprio dalla Bonelli due serie da lui create, per cui diresse il suo interesse verso il noir ed ecco Julia. Il nome del suo personaggio ha due origini: -Julia discende dalla gens Julia a dimostrazione delle sue origini italiane, -il cognome Kendall è messo per ricordare che l'autore è anche il padre di Ken Parker. Fin dai primi numeri il fumetto ebbe un forte impatto sul pubblico e rimane ancora oggi uno dei punti di forza della Casa Editrice Bonelli
    storie sempre intriganti e coinvolgenti
    nessuno