• 2 persone su 2 lo consigliano
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
2 Opinioni per La mia vita da Zucchina
Ordina per
Visualizza opinioni
  • jimorris
    Cartoon per adulti
    opinione inserita da jimorris il 29/04/2020
    Da quando è nata mia figlia non mi perdo un film d'animazione da guardare con lei, ma prima un pò m'informo e valuto se sia adatto a lei. Questo ho capito fin dai primi minuti che non era per lei e la visione me lo ha poi confermato. Nonostante il titolo accattivante e il personaggio sorridente in copertina, il film ha in sè drammi che sono difficili da spiegare ad una bima di 5 anni. Zucchina è un bambino la cui madre alcolista muore, così viene mandato in un'istituto dove la tristezza dell'evento prende connotati positivi nella sua vita perchè conosce tanti bambini. Il film di Barras è davvero stupendo per le immagini e la tecnica di animazione che ricorda quella di Burton. La sua bravura sta nel saper dosare diversi generi con sapiena e creare un mix armonioso, nonchè spunti di riflessione e insegnamento. E Zucchina vive drammi, felicità, amore. Tante emozioni. E il regista riesce a trasmetterle con grande commozione. Questo film mi ha fatto molto pensare al ruolo genitoriale e di quanto sia importante per i figli, anche se noi non possiamo dargli tutto, ma, man mano che crescono, dobbiamo lasciarli aprire agli amici che possano dargli cose che noi non possiamo, dove posiamo solo accompagnarli spiegandogli quello che magari non riescono a capire. Mi è piaciuto, molto educativo, lo consiglio a chi è genitore o a chi ha figli più grandi della mia.
    storia, regia, mix, riflessioni, animazione
    nessuno
  • locusta91
    Un drammatico da vedere con i figli Foto allegate
    opinione inserita da locusta91 il 27/04/2020
    Prodotto come un film in stop-motion, personalmente mi ha ricordato lo stile cupo di Tim Burton, seppur questo sia un film più "di crescita/maturazione" e niente fantasy o gotico. Inizialmente non pensavo trattasse temi che in altri film sarebbero stati un tabù, come l'omicidio colposo o accenni di sessualità tra bambini di età elementare. Zucchina è il soprannome di un bimbo di 9 anni che, dopo la scomparsa della madre, accidentalmente uccisa da lui stesso, viene mandato a vivere in una casa-famiglia. Inizialmente trova difficoltà ad andare d'accordo pienamente con tutti gli altri coinquilini, ma dopo l'arrivo della dolce Camille, tutti uniranno le forze per impedire che ella venga adottata dalla zia, interessata solo al sussidio di mantenimento. Nel complesso è un film che si lascia vedere, ma non lo terrei mai nella mia videoteca personale. Forse, tenendo conto delle tematiche non così edificanti di film "dark in stop motion", questo è probabilmente quello più significativo e con temi maturi. Più dramma e meno divertimento, ma lo consiglio, tenendo conto che è un film da vedere con i bambini, non "per bambini"...
    È comunque forse il più significativo film in stop motion, temi maturi
    Certe frivolezze infantili