• 1 persona su 1 lo consiglia
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
1 Opinioni per Rango
Ordina per
Visualizza opinioni
  • locusta91
    Molto interessante
    opinione inserita da locusta91 il 28/11/2020
    Rango è un film d'animazione uscito nel 2011, l'anno più importante della mia vita. E' stato diretto curiosamente dallo stesso regista dell’acclamata serie "Pirati dei Caraibi". E’ la seconda volta che lo vedo e penso che complessivamente sia un film più che godibile, (non e considerato per bambini anche se potrebbe esser appezzato pure dalle famiglie) western e ricco di riferimenti a film famosi di questo genere e non solo. Rango è un simpatico camaleonte domestico cresciuto in cattività che a causa di un incidente, si ritrova solo in mezzo ad un territorio desertico. Da sempre pensa di esser un attore di talento, affascinato dalla recitazione che interpretava (da solo) nel suo terrario. Si troverà, per equivoci e la propria stoltezza, (aggiungerei io), dentro a una situazione equivoca e pericolosa, anticipo solo che si fingerà eroe del west, in una cittadina di animali cui, guarda caso, avrebbero proprio bisogno di un eroe senza macchia e senza paura. Una cosa che balza subito all'occhio, è che mi son accorto ancora di più dopo la seconda visione del film, e la stupenda grafica d'animazione fatta ovviamente al computer. I dettagli, le ombre, i i colori, i corpi e le caratterizzazioni del molti personaggi, tutto e tecnicamente stupendo. E’ la cosa che ho apprezzato di più. Di certo renderebbe bene vederlo in HD. E’ un film che ha, come "morale della fiaba", l'importanza della ricerca della propria consapevolezza di sè. C’è il protagonista che essenzialmente non sa chi sia realmente, non ha capito cosa o chi diventare. Essenzialmente intraprende, grazie all'equivoco di base (e ripeto, assieme alla sua stoltezza, visto che ha mentito all'inizio) un viaggio per capire chi sia veramente... Inoltre, anche se non sono un gran cultore dei film western, ho apprezzato comunque le molte citazioni che non si fermavano solo in questo genere, per fortuna. La sceneggiatura è ben intrecciata anche se ha tempi più lenti e momenti più d'azione (che a me non piace...) Ma passa facilmente l'ora e mezza... Il doppiatore originale della pellicola è Johnny Depp, io l'ho visto solo in italiano ma devo dire che non mi è dispiaciuto il doppiaggio italiano con la voce di Nanni Baldini nelle vesti del protagonista...Erano presenti accenti spagnoli ma non mi hanno disturbato, il doppiaggio è stato adattato adeguatamente per me... La colonna sonora (anche questa assai influenzata dalle colonne sonore Western di Ennio Morricone) è stata realizzata dall'ormai versatile compositore tedesco artista Hans Zimmer. Non è affatto scarna l'edizione a disco singolo da me visionata, gli extra sono abbondanti. Originale pellicola ricca di umorismo, graficamente superba
    Segnala contenuto
    Grafics, ritmo e l'umorismo, citazioni western
    Non per tutti