• 1 persona su 4 lo consiglia
  • 1 persona su 4 non lo consiglia
  • 2 persone su 4 indecise se consigliarlo o no
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
4 Opinioni per Sucker Punch
Ordina per
  • jackb60
    Un film particolare.
    opinione inserita da jackb60 il 11/04/2020
    Sucker Punch è un film del 2011 ha la particolarità di avere un cast quasi tutto al femminile, ambientato negli anni cinquanta con protagonista la giovane Babydoll, che viene ingiustamente accusata di aver ucciso la sorella. A causa della sua presunta pazzia viene portata dal patrigno nell'istituto di igiene mentale Lennox House for the Mentally Insane, l'uomo intende farla lobotomizzare per impedirle di rivelare la verità alla polizia. L'omicidio in realtà è stato commesso proprio dall'uomo che visto la morte della la figliastra piu' piccola e dell'internamento di Babydoll diverrà l'unico destinatario dell'ingente eredità lasciata dalla madre alle due figlie. Cinque giorni prima della lobotomia Babydoll la struttura si trasforma in un bordello e le ragazze vengono obbligate a ballare e la ragazza conosce Rocket, Sweet Pea, Blondie e Amber, detenute/ballerine che come lei sognano di fuggire. La situazione diventa molto particolare, durante una lezione di danza della maestra Vera Gorski, Babydoll si ritrova in un tempio nel Giappone feudale, dove incontra un uomo saggio che le suggerisce come scappare dall'istituto. Film molto particolare per veri amanti del genere che a me è piaciuto poco.
    pochi
    molti
  • jimorris
    opinione inserita da jimorris il 21/12/2019
    Il mio titolo banalizza l'opera di Snyder che parte con presupposti molto più elevati del risultato finale e del mio giudizio. La protagonista è Baby Doll, una ragazzina che alla morte della madre resta con il patrigno violento e stupratore che uccide la sorella, ma incolpa lei e la fa rinchiudere i...
    Continua a leggere l'opinione »
    grafica, intenti, dettagli
    interminabile noia
  • dani54e
    opinione inserita da dani54e il 18/10/2019
    In una trama in cui la libertà è l'unica possibilità di sopravvivenza, anche se immaginata, BabyDoll è una giovane donna che ha perso la madre ed è finita in un sanatorio dal patrigno senza scrupoli. Con un intervento chirurgico che sarà distruggere il vostro cervello che si svolgerà in cinque giorn...
    Continua a leggere l'opinione »
    Buoni effetti speciali
    Narrativamente molto semplice e a tratti anche noioso
  • bimbabisti
    che cos'è???
    opinione inserita da bimbabisti il 06/09/2019
    Apriamo la giornata con una recensione di un film, che secondo i miei gusti, è insolito e senza senso. Questo film è uscito nel 2011 ed è stato scritto, prodotto e diretto da Zack Snyder. Il cast è tutto al femminile ad eccezione di due attori, di cui solo uno ha un ruolo più rilevante. Le donne di fondamentale importanza sono: Emily Browning, Vanessa Hudgens, Abbie Cornish, Jamie Chung e Jena Malone. Come tipologia di genere, mi piace, ossia quel fantasy con il tocco di azione, ma la trama secondo me è tutta strana e stravolta! Molte volte mi sono persa, c'è qualcosa che non va. Io lo definirei più un tentativo tra un Alice nel Paese delle Meraviglie e traumi sadici senza senso. Oppure una pubblicità sugli istituti di igiene mentale su casi umani sani??? Sinceramente non saprei che dire se non che è totalmente bocciato per me. Verso gli anni 50, una ragazza di nome Babydoll, viene accusata da suo padre, seppur ingiustamente, di aver ucciso la sorella più piccola. In realtà è stato il padre, poiché in seguito alla morte della moglie, ha letto il testamento che l'eredità andrà alle figlie. Dopo di ciò, intende lobotomizzare Babydoll.
    nessuno
    tutti