• 2 persone su 2 lo consigliano
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
2 Opinioni per Uomo D'Acqua Dolce
Ordina per
  • jimorris
    L'arte di Albanese
    opinione inserita da jimorris il 22/07/2020
    Albanese è un comico che era all'apice della sua carrier televisiva negli anni novanta, ma con questo film diede una svolta alla sua carriera mostrando che c'era molto di più oltre alla comicità che quest'artista poteva offrire. Interpreta Antonio, un uomo di mezza età che esce a comprare una cosa per la moglie, prende una botta, perde la memoria e ritrova la strada di casa solo dopo 5 anni, ma lui è rimasto disturbato e la sua famiglia è cambiata. Tutto il film ruota intorno ad Antonio Albanese e alla sua capacità di caratterizzare e portare al cinema un personaggio simile al suo Epifanio televisivo mostrando così al pubblico tutta la sua bravura e il suot alento che s'ispira ai grandi della comicità. Da una parte è stata una visione interessante, ma non adatta al grande schermo perchè il tutto sembra più tipico della recitazione da teatro. In ognic aso resta una commedia interessante perchè si differenz dalla calssica commedia italiana e ha quel tocco di malinconia e dramma che si mescolano al divertimento diventando un tutt'uno, considerato l'esordio è davvero un'ottimo lavoro di cui consiglio la visione. Le musiche, i dialoghi, le atmsofere sono curate a fondo e mirano tutte verso l'intento di dare coralità all'opera.
    diverso, interessante
    lentezze, più adatto al teatro, non per tutti
  • locusta91
    Un film per palati fini..
    opinione inserita da locusta91 il 20/07/2020
    Un film per me piuttosto ingenuotto e d'altri tempi, diciamo che riesco più facilmente a digerire film certi film con Pozzetto o Celentano, forse perchè più "complicati" rispetto a questo vecchio film con Antonio Albanese. Conoscevo solamente una scena iconica, quello del suo balletto dentro ad un negozio di dischi mentre gli inservienti sbigottiti non comunicano con l'uomo... Una sarcastica scena sulla difficoltà di ascoltare i propri simili dietro alla nebbia sociale il cui ognuno si interessa dei suoi proprio comodi o le proprie distrazioni, indipendentemente se ciò sia musica/suoni/ o uno smartphone... Piuttosto diffuso quello spezzone sul web, quasi un meme ormai... Per me era comunque un film lento e prolisso, e ho voluto aumentare la velocità per giungere più velocemente alla fine... È il secondo film con Antonio Albanese che vedo, ma il suo stile per ora non volgare, è qualcosa che comunque mi spinge a provare a vedere altri suoi film, questo mi ha comunque commiato...
    ingenuotto in senso buono
    Un film per me piuttosto ingenuotto e d'altri tempi, lento