Opinione su Battlefield 1: Dentro la prima guerra mondiale

Dentro la prima guerra mondiale

10/05/2019

Vantaggi

Bello visivamente

Svantaggi

Poco contenuto per la campagna


Battlefield 1 spreca poco tempo nel trasmettere la ferocia della prima guerra mondiale. L'inevitabilità della morte è al centro del prologo della triste storia. All'inizio di ogni partita multiplayer nella foresta di Argonne si possono sentire le urla di un uomo in fiamme. È una rovina su una scala multi-continentale, un conflitto così grande che i suoi menu di posizione mostrano una grande porzione della Terra. EA DICE interpreta splendidamente l'inizio del 20 ° secolo come un mondo in transizione tecnologica mentre umanizza i partecipanti alla guerra attraverso vignette narrative ben fatte, anche se immaginarie. Combinato con una avvincente componente multiplayer, il risultato complessivo è il miglior lavoro dello studio da Battlefield: Bad Company 2 . Gli orrori e l'eroismo della Grande Guerra sono ben raccontati in War Stories, la campagna di Battlefield 1. È un'esperienza più concentrata rispetto alle precedenti modalità di storia di Battlefield di narrativa in polvere e monotazza. Questi nuovi racconti sono organizzati in un formato antologico non lineare che non ha bisogno di essere riprodotto in un ordine particolare. Sei esposto a una varietà di punti di vista dai personaggi che interpreti, ciascuno con le proprie motivazioni, da altruistico a egoistico. E ogni racconto è presentato con distinto sapore narrativo. Le prodezze del Clyde Blackburn, per lo più imprevedibile, per esempio, rappresentano le storie che si confondono nel caos della guerra. Questo giocatore d'azzardo e truffatore lascia gli eventi della sua presunta avventura aperti all'interpretazione.
Al di là di questi accorati racconti di fratellanza e riflessione solenne, War Stories integra con grazia gli scenari multiplayer come modalità di allenamento glorificata ma efficace. Insieme al tempo di esercitarsi con i veicoli e l'artiglieria pesante, offre l'opportunità di imparare il combattimento corpo a corpo, nonché come sopravvivere contro le alte concentrazioni di forze nemiche. Presenta anche scenari che non troveresti online, come lezioni preziose sul modo di inseguire i nemici e il modo migliore per spostare gli alleati feriti nella sicurezza della copertura.

Questa opinione rappresenta il parere personale di un membro di Opinioni.it e non di Opinioni.it.

dani54e

  • trama
  • grafica
  • gameplay
  • multiplayer
  • longevità
Valuta questa opinione

Ti sembra utile quest'opinione?

Scrivi un commento

Questa funzione è disponibile solo per gli utenti che hanno effettuato il login

Altre opinioni degli utenti su Battlefield 1

  • jimorris
    opinione inserita da jimorris il 05/10/2019
    Il nuovo battlefield ci propone finalmente la prima guerra mondiale, la guerra dimenticata perchè la maggior parte dei film, dei libri ricorda sempre la seconda. La prima si studia solo a scuola per u...
    Continua a leggere >
    grafica, longevità, giocabilità
    nessuno
  • alereviw
    opinione inserita da alereviw il 26/04/2018
    Sono un gamer, e questo dal mio profilo e dalle mie opinioni si può intuire facilmente, tra i giochi che più mi hanno appassionato negli ultimi anni ci sono sicuramente i titoli della serie Battlefiel...
    Continua a leggere >
    Ottimo fps online; buon gameplay; grafica eccellente; ambientazione spettacolare
    Purtroppo manca una campagna single player decente; difficile per i neofiti
  • yami
    opinione inserita da yami il 23/12/2017
    Battlefield 1 segna il ritorno del famoso franchise di sparatutto prodotto da Dice ai conflitti della prima guerra mondiale,uno scenario da tempo richiesto a gran voce da milioni di giocatori che vole...
    Continua a leggere >
    Ottimo sparatutto
    Non dura molto
  • scheggai10
    opinione inserita da scheggai10 il 17/12/2017
    Battlefield 1 è uno sparatutto in prima persona ambientato in vari teatri della prima guerra mondiale. Dal punto di vista della sceneggiatura, non ha nulla da invidiare ai titoli cinematografici, infa...
    Continua a leggere >
    trama, grafica
    longevità un po' scarsa