• 6 persone su 6 lo consigliano
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
6 Opinioni per Blade Runner
Ordina per
Visualizza opinioni
  • agave
    Un film da vedere e rivedere
    opinione inserita da agave il 11/08/2019
    Una delle pellicole meglio riuscite del grande regista Ridley Scott è Blade Runner, io l'ho visto già 2 volte e prima o poi lo riguarderò. L'ambientazione è un futuro nel quale umani e replicanti popolano un pianeta sovraffollato e viaggiano nello spazio. Questi ultimi, dalla vita effimera che ha inizio in un laboratorio e termina quando hanno assolto compiti troppo pericolosi o difficili per i primi (ed è la ragione per cui sono stati creati), cercano di sfuggire al loro destino non proprio clemente. Al pari degli umani, infatti, hanno sentimenti e una volontà senziente. Ma non basta a impedire che venga deciso di ucciderli. Ridley Scott ne riprende la fuga e i tentativi di nascondersi e difendersi, soprattutto però segue con la cinepresa il killer incaricato di stanarli e ucciderli. Il mood del film è sospeso tra poetica malinconica, suspence e azione, in un equilibrio felicissimo. Anche l'ambientazione è perfetta: spesso sono scenari dove il futuro è già decadenza, architettonica e sociale. In conclusione, se lo scopo di un film è mantenere lo spettatore incollato alla poltrona fino alla fine, Blade Runner per quanto mi riguarda si merita un 10 e lode.
    Assolutamente avvincente
    Non ne ha
  • lapiaga
    opinione inserita da lapiaga il 06/06/2019
    Premesso che io parlo inglese molto bene perché per lavoro mi sono dovuto adattare a questa lingua, questo film non sono mai riuscito a vederlo completamente in lingua madre perché, non me ne abbiate, ma Harrison Ford come attore è incomprensibile. Fatta questa doverosa premessa ho visto questo film...
    Continua a leggere l'opinione »
    Fa riflettere e coinvolge
    Un po' troppi stereotipi
  • monichina76
    Film cult
    opinione inserita da monichina76 il 08/02/2019
    Ho visto questo film solo di recente ma era una vita che ne sentivo parlare come di un capolavoro. È del 1982 ed è il capostipite dei film di fantascienza. È ambientato in una Los Angeles futura cupa, ipertecnologica e dove piove sempre. Gli umani tentano di trasferirsi in colonie extramondo costruite da appositi replicanti con forza ed intelligenza superiori. Quattro di loro scappano e tornano sulla terra ed è compito del corpo speciale Blade Runner cercarli e eliminarli. In particolare viene richiamato in servizio Rick Deckard un Harrison Ford giovane ma convincente. Ancora più convincente è Rutger Hauer che interpreta Roy Batty il leader dei replicanti che sono alla ricerca del loro creatore, che li ha creati con una vita limitata e loro vorrebbero vivere di più perché amano la vita. Il film è lento e alcune scene non mi sono piaciute ma ho apprezzato molto alcuni dialoghi, gli attori, la cupezza,e la trama. In particolare il dualismo creatore e creato, il rapporto tra umano e non umano, il senso di umanità, la crudeltà insita nel creare degli esseri, simili agli umani, dargli dei ricordi e poi trattarli come cose anche se hanno sentimenti, il tema sulle sperimentazioni genetiche è più attuale oggi che allora. Meraviglioso è il monologo di Roy che commuove e fa riflettere. È difficile trovare altri film di fantascienza così pieni di significato. Se siete cinefili dovete guardarlo.
    Trama, ambientazioni,attori, frasi cult
    Un po' lento a volte
  • millifly
    Era il lontano 1982
    opinione inserita da millifly il 02/07/2018
    Era il lontano 1982 quando Riddly Scott uscì con un film che non ebbe tanto successo nell'immediato in termini di biglietti e budget ma che negli anni ha raggiunto un seguito e un successo tale che resta uno dei grandi classici del genere fantascientifico. Sto parlando di Blade Runner, un film iconico resto celebre e osannato dai suoi protagonisti un carismatico e credibile Harrison Ford e un altrettanto celebre Rutger Hauer. Il film è dispotico, parla di un futuro lontano, che per noi oggi è il presente, almeno in termini cronologici nel quale un cacciatore di androidi si mette sulle calcagne di criminali che hanno commesso crimini umani. Il film era per i tempi estremamente moderno e psicologicamente molto approfondito. Il dualismo umano e androide è raggiunto a pineo grazie al carisma dei suoi protagonisti. Celebri e indimenticabili i monologhi così come le ambientazioni. Un vero cultore di cinema non può non aver visto questo capolavoro almeno una volta. Un film che ancora oggi è attuale per i temi e gli sviluppi che porta. Parliamo di una pellicola di oltre trent'anni fa, un grande classico ritornato in forte auge grazie anche al suo sequel.
    un grande classico della fantascienza
    non averlo visto
  • aduken
    opinione inserita da aduken il 07/09/2017
    Blade Runner è uno dei miei film preferiti. Protagonisti un giovane Harrison Ford e un altrettanto giovane e aitante Rutger Hauer. Siamo in un futuro imprecisato, in una megalopoli tecnologica dove è sempre notte e piove in continuazione. Il mondo vede gli umani affiancati dai replicanti, in tutto i...
    Continua a leggere l'opinione »
    Tutto ciò che può esserci in un film
    Nulla
  • little51
    opinione inserita da little51 il 21/06/2017
    Premetto che per questo film (prima ancora di parlare degli attori) c'è un'abbinata vincente: il regista Ridley Scott e il soggetto della sceneggiatura del grande scrittore di fantascienza Philip Dick). Il protagonista, cioè Rick. è interpretato da un Harrison Ford giovanissimo (siamo nel 1992). La ...
    Continua a leggere l'opinione »
    tanta curiosità
    nessuno