• 1 persona su 1 lo consiglia
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
1 Opinioni per Nour (Maurizio Zaccaro - 2019)
Ordina per
Visualizza opinioni
  • little51
    opinione inserita da little51 il 21/08/2020
    La vera protagonista di questo emozionante film è Lampedusa, l'isoletta italiana più vicina all'Africa che all'Italia e che con la sua bellezza, il suo cielo azzurro, il suo intenso mare blu vede ogni giorno orrori e tristezze, miserie ma anche atti di coraggio a non finire che spesso sono schiacciati dai commenti e dalle diatribe politiche sull'immigrazione sì e sull'immigrazione no. Lampedusa, l'isola del sale, è ormai terra di confine, terra di vita e di morte, di speranze e sogni e qui si svolge la storia di Nour, una bambina, semplicemente. Sulla scena la figura principale è certo quella del medico dell'isola, il dottor Pietro Bartolo (ispiratore col suo libro “Lacrime di sale”) che lavora incessantemente, con dedizione, fiducia, grande capacità ed umanità, qui interpretato con passione da Sergio Castellitto. E' proprio il dottore che ci dà il senso del film quando parlando dice semplicemente che lì dopo anni e anni di lavoro costante non vede più la differenza tra italiani, marocchini, tunisini, senegalesi, siriani o quant'altro, ma vede ormai solo uomini e donne da aiutare in ogni modo. Durante uno dei tanti arrivi, il dottore rimane colpito dallo sguardo e dall'atteggiamento di una bambina che cerca disperatamente sua madre. Non sa perchè, ma con tutti quelli che ha visto, proprio lei gli rimane in mente e e fa di tutto per aiutarla; la fa dormire a casa sua e con la moglie (che addirittura vorrebbe adottarla) cerca di scoprire quanto è successo. Insomma Nour, piccola siriana di dieci anni, è salita sul barcone, ma la madre è stata respinta e probabilmente è arrivata con quello successivo: il dottore scopre allora che esso è ad un porto siciliano e grazie ai computer sa che la donna è ancora in vita. IL regista si focalizza tra i tanti episodi raccontati nel libro di Bartolo sul caso di Nour proprio per catalizzare tutta la nostra attenzione su un problema che può catturare la nostra empatia, questo soprattutto grazia all'interpretazione, direi, perfetta di Castellitto abilissimo nell'immedesimarsi nella figura del medico dell'isola. Film consigliato.
    storia emozionante
    nessuno