Opinione su Presenza oscura - Wulf Dorn: Uno spruzzo di Paranormal

Uno spruzzo di Paranormal

11/07/2020

Vantaggi

Wulf Dorn, ancora una volta stupisce con un libro per lo più incentrato sull'amicizia e su dove essa può spingersi.

Svantaggi

Il finale non ha il grande colpo di scena in vecchio stile Dorn, forse è pure un po' scontato,


Questa volta il ritorno di Wulf Dorn con "PRESENZA OSCURA" avviene in forte odore di paranormal. Forse un po' irreale e a tratti banale, forse no ma si fa leggere benissimo. Wulf mescola perfettamente il paranormale e lo psico thriller di cui è un maestro; il risultato è un libro dalla scrittura magnetica e tesa, che tiene attaccati pagina dopo pagina. Il finale non ha il grande colpo di scena in vecchio stile Dorn, forse è pure un po' scontato, come certi punti del romanzo. Ma il tema trattato è alquanto delicato......
Partiamo con la protagonista Nikka che parla al lettore sul fatto che appena nati non ricordiamo nulla, ci siamo e basta; è col tempo che si formano i pensieri e man mano conosciamo il nostro mondo interiore che però, da un momento all'altro si può fermare. L'autore tratta della pre morte, un tema delicato e non scontato. La giovane è stata uccisa, ma si risveglierà. La narrazione è in prima persona ma certi fatti sono raccontati dall'esterno, come se lei stesse vedendo un film della sua vita e sono presenti i classici flashback, tipici del suo stile di scrittura. Il cuore di Nikka ha smesso di battere per ventun minuti ma lei ricorda di essere stata in una grotta oscura e la luce e delle voci. Sono questi i ricordi che terrà nascosti al suo risveglio in ospedale.
La trama prosegue con un bel mix di personaggi e ricordi, senza dimenticare i fantasmi. Il libro forse avrà un sequel, perché il finale rimane aperto. Tra toni thriller/horror e indulgenze al paranormal, Dorn scrive alcune belle pagine sulla profondità dei legami nella parte finale del romanzo.


Questa opinione rappresenta il parere personale di un membro di Opinioni.it e non di Opinioni.it.

  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
Valuta questa opinione

Ti sembra utile quest'opinione?

Scrivi un commento

Questa funzione è disponibile solo per gli utenti che hanno effettuato il login

Altre opinioni degli utenti su Presenza oscura - Wulf Dorn

  • fb-656
    opinione inserita da Silvia Bollini il 14/07/2020
    Presenza oscura si inserisce nel filone della narrativa thriller con pesanti sfumature psicologiche, godibile dalle prime pagine, così come già era avvenuto per i romanzi "Incubo" e "Il mio cuore catt...
    Continua a leggere >
    narrativa thriller con pesanti sfumature psicologiche
    non trovati
  • clary
    opinione inserita da clary il 14/07/2020
    Ancora una volta Wulf Dorn sceglie di trattare argomenti profondi e inquietanti attraverso gli occhi di un’adolescente, età che pare decisamente congeniale per l’autore: l’adolescenza è un periodo di ...
    Continua a leggere >
    Come sempre Dorn gestisce la suspense con mano sicura: sa sicuramente come giocare sulle paure, fare leva sui simboli e l’inconscio del lettore, così che il romanzo è attraversato da una corrente di disagio che va al di là della trama più strettamente thriller. Trama che è costruita con un grande ritmo, e che sfrutta bene la componente horror.
    non ce ne sono
  • blase
    opinione inserita da blase il 14/07/2020
    Una ragazza, Nikka, una festa di Halloween in discoteca che assume tratti tragi-comici, musica, chiasso, un cocktail e all’improvviso…il buio. Nikka muore per 21 minuti, 21 come “i grammi dell’anima”,...
    Continua a leggere >
    100%
    La fine? No, un vero inizio, fatto di diffidenza medica, zone rosse e arancioni risultato di un’attività encefalica fuori dalla norma in condizioni pre-mortem, in cui tutti i sensi sono spinti al loro massimo, come se:” cercassi di risolvere un calcolo complesso in equilibrio, su una fune. Credo ci sia qualcos'altro, forse…di inconscio?”.
    personalmente non trovati ma non per tutti
  • kira1992
    opinione inserita da kira1992 il 13/07/2020
    Wulf Dorn, fortunato autore di successo del bestseller La psichiatra, torna ora con un importante libro: Presenza oscura. Un romanzo angosciante, ad alto tasso adrenalinico, condotto con piglio deciso...
    Continua a leggere >
    100%
    La fine? No, un vero inizio, fatto di diffidenza medica, zone rosse e arancioni risultato di un’attività encefalica fuori dalla norma in condizioni pre-mortem, in cui tutti i sensi sono spinti al loro massimo, come se:” cercassi di risolvere un calcolo complesso in equilibrio, su una fune. Credo ci sia qualcos’altro, forse…di inconscio?”.
    personalmente non trovati ma va a gusti