• 1 persona su 1 lo consiglia
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • sviluppo
  • adatto a tutti
1 Opinioni per Il lato oscuro della rete - Tomaso Cardile
Ordina per
Visualizza opinioni
  • little51
    L' App che uccide Foto allegate
    opinione inserita da little51 il 15/03/2018
    Il film “Il lato oscuro della rete” ha (ancora una volta) un titolo non molto corrispondente all’originale inglese “Killer App” che è molto più chiaro e diretto. Non si tratta infatti di un film generico sulla rete, sui maniaci pronti ad adescare persone più o meno indifese, ma piuttosto di un argomento quanto mai attuale, cioè quello del controllo delle nuove tecnologie. In un futuro non troppo , il capo di una grande società di sviluppo tecnologico, la Titan, ha organizzato un concorso tra le menti più giovani e brillanti della rete: li ha chiamati e in un certo numero di giorni, dovranno presentare e perfezionare le App o i sistemi che hanno creato e che d’ora in avanti saranno possesso della società. Si presentano diversi giovani tra cui una ragazza abilissima hacker, Jessie, che tra l’altro è anche la figlia del magnate che come padre, non si è mai fatto né vedere né sentire. Comunque, Jessie è sicurissima di quello che fa e quando nascono problemi tra i concorrenti per il comportamento scorretto di alcuni verso di lei, decide di hackerare la sua stessa App, ma … Lascio la suspence, ma voglio solo aggiungere un particolare: nel film compare quasi come personaggio una macchina che guida completamente da sola, per la precisione una 500 Fiat, per alludere agli studi e alle ricerche che la società (ormai non più italiana)dedica a questo settore.
    Segnala contenuto
    tema attuale - buona trama
    nessuno