• 1 persona su 1 lo consiglia
  • Affidabilità
  • Navigazione
  • Attendibilità
  • Aggiornamenti
  • Supporto
1 Opinioni per ingv.it
Ordina per
  • little51
    INGV: vulcani, terremoti e non solo Foto allegate
    opinione inserita da little51 il 27/06/2020
    Ingv.it è il sito italiano relativo all'INGV che è una sigla o, meglio, per la precisione, un acronimo che deriva da Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, uno dei più importanti enti di ricerca italiani che si occupa particolarmente di studi geofisici e vulcanologici, con attento monitoraggio delle varie zone in Italia, Europa e nel Mondo intero e resocontazione con mappe molto precise. L'Istituto, derivato da antichi enti come quelli borbonici del 1800, nacque a Roma nel 1999 ed oggi ha acquisito una fama davvero positiva. Mi piace navigare questo sito per vedere la situazione di una zona che mi interessa perchè per esempio ci devo andare o solo per curiosità e mi colpisce sempre quanti siano presenti, in ogni giorno ed in ogni ora e in qualunque posto si voglia guardare, una miriade di micro-terremoti che non vengono affatto sentiti dalla popolazione, ma registrati impeccabilmente dalla rete nazionale e internazionale dei sismografi. Anche per i non esperti, la navigazione è molto semplice; nella home page, se clicco sulle quattro lineette orizzontali, mi appare il menu in cui io posso scegliere tra -organizzazione (scegliendo per esempio tra i diversi dipartimenti di ricerca cioè ambienti, terremoti e vulcani) -monitoraggio e infrastrutture ( per esempio con l'indicazione delle reti di controllo) -risorse e servizi (per esempio le varie banche dati o le biblioteche di consultazione) -stampa -comunicazione e divulgazione. Molto interessanti le ricerche messe in rilievo nella home page, come le Isole Svalbard, mille anni di sismicità italiana, i vulcani gemelli cioè Monti Sabatini e Colli Albani (per fortuna addormentati) alle porte di Roma. Molto interessante cliccare su Terremoti (sotto la scritta centrale Dati Reali) per vedere l'elenco dei terremoti appena accaduti nel mondo. Cliccando poi sulla casella arancione all'estrema destra “ mappa”, posso vedere dove si collocano le scosse, guarda caso tutte nel punto dell'incontro/ scontro tra le varie faglie. Sito interessantissimo.
    mappe multiple e ricerca seria
    nessuno