Migliori

Narrativa Contemporanea

Suggerisci un prodotto
Pagina 9 di 85 per Narrativa Contemporanea
Ordina per
  • Accabadora - Michela Murgia
    "Da leggere assolutamente. Bravissima l'autrice. Scrivere con classe di un tema così importante e delicato come l'eutanasia non è affatto facile. Murgi..." - blase
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • Siamo di fronte ad una scrittrice di razza che ci conduce nella Sardegna più profonda e più schietta, dove sopravvivono costumi antichi come le "fill'e anima". La piccola Maria, protagonista del libro, è appunto una "fill'e anima". Ma questa non è la sola traccia della tradizione dell'isola perché l'altra protagonista, che dà il titolo al romanzo, è colei che pratica l'eutanasia ai vecchietti che non riescono ad andarsene all'altro modo con le sole proprie forze. Un racconto coraggioso quello di Michela Murgia che è solo viziato dal capitolo, per me un po' incongruo, in cui la protagonista si sposta in una grande città del nord da cui dovrà fuggire piena di vergogna.
    • ?????
    Vai alla scheda
  • L'uomo duplicato - Jose Saramago
    "Saramago non delude mai e state tranquilli che non lo farà neanche con L'uomo duplicato. Se solo Tertuliano Maximo Alfonso avesse ascoltato il senso c..." - kira1992
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • La storia dell'uomo che rincorre un altro uguale a sé stesso solo e soltanto, nemmeno a dirlo, per raggiungere l'io che rifiutava e in cui non riusciva ad identificarsi. È per questo che il mistero di un solo uomo su miliardi di persone diventa, alla fine, il mistero di tutti, il mistero di ciascuno di noi. Magnifico libro di Saramago con una storia interessante, coinvolgente e scritta proprio alla Saramago, con stile e stupore!
    • personalmente non trovati ma va a gusti
    Vai alla scheda
  • La cena - Herman Koch
    "Una sera come tante. Il riposo sul divano. La televisione che trasmette pigramente le sue immagini lontane. Sono immagini crude: due ragazzi un po’ br..." - blase
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • Tanti libri lasciano l’amaro in bocca perché ti costringono a lottare accanto al protagonista per pagine e pagine per poi concludersi in uno sconfortante fallimento, ma qui il senso di disagio e di smarrimento è totale e diverso perché non hai punti di riferimento a cui aggrapparti, personaggi che incanalano le tue emozioni, voci nelle quali immedesimarti. E’ un mondo capovolto da un delirio di crudeltà in cui il grande assente è il senso civico e morale. Il punto di vista narrativo è originale e politicamente scorretto, il risultato è destabilizzante e indigesto, ciononostante è sicuramente un romanzo che consiglierei perché purtroppo la realtà che racconta non è poi così lontana da noi.
    • ?????
    Vai alla scheda
  • Il grande me - Anna Giurickovic Dato
    "Ogni essere umano vorrebbe essere provvisto di una macchina del tempo per poter cambiare il passato, ogni essere umano vorrebbe non aver fatto una det..." - clary
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • Validissimo
    • non ce ne sono
    Vai alla scheda
  • Martha Peake - Patrick McGrath
    "Romanzo stranamente artificioso. Sembra che McGrath abbia voluto cimentarsi nell'impresa di scrivere al giorno d'oggi un romanzo settecentesco. Somigl..." - Silvia Bollini
    2 Opinioni - - 2 indecisi
    • quando Martha va in America il libro prende lievemente quota..
    • nelle prime 150 pagine non sembra neppure McGrath, prolisso, poca suspance..ti viene voglia di smettere
    Vai alla scheda
  • La donna da mangiare - Margaret Atwood
    "Ecco il primo romanzo di Margaret Atwood, edito nel 1969 ( scritto e rifiutato dalle case editrici quattro anni prima ), e' una rappresentazione di un..." - kira1992
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • IL 1969 fu il periodo della nascita del movimento femminista nel Nord America, a cui il romanzo viene ricondotto per temi e contenuti, ma l' autrice nella postfazione ci ricorda che fu scritto nel 1965 e lo considera un testo protofemminista, non avendo lei ...” alcun dono di chiaroveggenza “.... Di certo i temi trattati riguardano la marginalità di un mondo femminile con poche possibilità di eludere un limbo di inutilità e indifferenza relegato a una carriera senza prospettive o al matrimonio. In tale contesto la progressiva rinuncia al cibo da parte della protagonista, quel " cannibalismo simbolico " che all'epoca attrasse la curiosità della Atwood, si carica di significati.
    • non trovati
    Vai alla scheda
  • Lettera ad un bambino mai nato - Oriana Fallaci
    "Mi trovo di fronte a uno dei testi letterari più difficili da recensire in assoluto. Sia perché più cerchi di commentarlo nei dettagli e più avverti l..." - filicolorati
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • “Lettera a un bambino mai nato” è un monologo autobiografico della scrittrice Oriana Fallaci, nella quale si rivolge direttamente al suo futuro bambino, che come anticipa già il titolo, non nascerà mai. La protagonista è una donna giovane e in carriera, ma ecco che un giorno capisce di essere incinta, così comincia il soliloquio. Racconta al bambino le sue ansie, le sue paure, i suoi ragionamenti e ogni tanto condizionata dalle emozioni del momento gli impartisce lezioni di vita abbastanza spietate raccontandogli della propria vita, come quando da bambina ha visto una donna morire, o il padre torturato, oppure di come è rimasta delusa la maggior parte delle volte che era speranzosa di qualcosa
    • non trovati
    Vai alla scheda
  • La scoperta dell'alba - Walter Veltroni
    "Piacevole, delicato, toccante, drammatico, a tratti poetico. Mai banale. Tanti gli spunti per riflettere su se stessi e sul nostro tempo. “E’ la paura..." - blase
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • Non avevo mai letto nulla di Veltroni anche perchè ha sempre fatto libri politici e questo è il suo primo romanzo. Ottima l'idea del libro e avvincente anche perchè non è troppo lungo e quindi regge bene. Se volete leggere un libro ben scritto e interessante questo fa al caso vostro.
    • l'inizio un po' lento - finale affrettato
    Vai alla scheda
  • Dimmi che non può finire - Simona Sparaco
    "Amanda sempre stata una persona “particolare” da quando bambina si è trovata catapultata da una situazione di estrema agiatezza ad un’altra di altrett..." - kira1992
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • La capacità di capire così bene l'animo umano
    • non ce ne sono
    Vai alla scheda
  • La città dei vivi - Nicola Lagioia
    "Con un romanzo- cronaca Nicola Lagioia ripropone una dei delitti più efferati degli ultimi anni, il caso Varani. La realtà più feroce supera la fantas..." - blase
    1 Opinioni - - 1 consiglia
    • La discesa negli inferi di un appartamento borghese e depredato. Una città, Roma che osserva stanca e incurante ed è osservata continuamente. Lagioia questa volta colpisce pienamente nel segno raccontando da vari punti di vista una storia crudele e tragica.
    • a volte molto crudo
    Vai alla scheda

Ultime opinioni

Le benevole - Jonathan Littell
Le benevole - Jonathan Littell
Il nazismo visto dagli sconfitti.

Questo romanzo di Littel sconvolge i parametri e, per una volta, guarda i fatti storici del periodo nazista dalla parte dei nazisti. E per questo l'ho letto. Il protagonista è Max ...

4248 opinioni 3 amici
L'avvocato di strada - John Grisham
L'avvocato di strada - John Grisham
Il misterioso barbone.

John Grisham è lo specialista del thriller legale e quando ho parecchio tempo mi piace leggere uno dei suoi libri sebbene non sia un esperto del settore. Questo libro parla dell'av...

4248 opinioni 3 amici
Meglio liberi - Alessandro Di Battista
Meglio liberi - Alessandro Di Battista
Il perchè del NO di Dibba.

Di Battista è stato uno dei volti del Movimento 5 Stelle, uno dei primi ad essere eletto in questo movimento politico. Tra i tanti è emerso e si è distinto, ma quando si è trattato...

4248 opinioni 3 amici
Trilogia della Memoria - Lia Levi
Trilogia della Memoria - Lia Levi
Tre libri per ricordare

La “Trilogia della Memoria” pubblicata nel 2019, è stata scritta da Lia Levi (classe 1931), pisana di nascita, ma romana di adozione: qui visse durante la guerra e per un caso sfug...

1472 opinioni 1 amici
Veronika decide di morire - Paulo Coelho
Veronika decide di morire - Paulo Coelho
L'ospedale psichiatrico come luogo di "normalità"

Veronika è una givoane slovena che decide di togliersi la vita ingerendo sonniferi, ma non ci riesce e si risveglia in un ospedale psichiatrico. L'ospedale è diverso da come se lo ...

4248 opinioni 3 amici
Fino a quando la mia stella brillerà – Liliana Segre con Daniela Palumbo
Fino a quando la mia stella brillerà – Liliana Segre con Daniela Palumbo
Sempre lo stesso inizio: “Tu non puoi più venire a scuola!”

Ho appena letto l'ultimo libro di Walter Veltroni, “Tana libera tutti” che racconta la storia di Sami Modiano che nel racconto parla in prima persona: anche lui, come Liliana Segre...

1472 opinioni 1 amici
Tana libera tutti – Walter Veltroni
Tana libera tutti – Walter Veltroni
Mi chiamo Samuel, ma tutti mi chiamano Sami

“Mi chiamo Samuel”, così comincia l'ultimo libro di Walter Veltroni, uscito in occasione della Giornata della Memoria, per ricordare quanto è successo ad Ebrei e non solo durante l...

1472 opinioni 1 amici
Picciridda - Catena Fiorello
Picciridda - Catena Fiorello
Storia di Lucia, la Picciridda

Mi sono trovata a leggere il libro di Catena Fiorello (il suo romanzo d'esordio) dopo aver visto il film in quanto volevo assaporare tutte le parti e le sfumature che per forza di ...

1472 opinioni 1 amici